Una conversazione tra onde

di Derek Lin
tradotto da Alessandro Zampagna


C’era una volta una piccola onda che era triste. “Sono così infelice” si lamentava. “Le altre onde sono grandi e potenti, mentre io sono piccola e debole. Perché la vita è così ingiusta?”

Un’altra onda, passando da quelle parti, sentì la piccola onda e decise di fermarsi. “La pensi così solo perché non hai visto chiaramente la tua ‘natura autentica’. Pensi di essere un’onda e pensi di essere infelice. In realtà tu non sei né l’una né l’altra.”

“Cosa?” La piccola onda era stupita. “Nono sono un’onda? Ma è ovvio che sono un’onda! Ho la mia cresta, vedi? E qui c’è la mia schiuma, per piccola che possa essere. Cosa intendi con - non sei un’onda?”

“Questa cosa che tu chiami ‘onda’ è unicamente una forma transitoria che tu assumi per un breve tempo. In realtà tu sei solo acqua! Quando capirai pienamente che questa è la tua natura fondamentale, non penserai più di essere un’onda e non sarai più infelice.”

“Se io sono acqua, tu cosa sei?”

“Anche io sono acqua. Sto temporaneamente assumendo la forma di un’onda più grande di te, ma questo non cambia la mia essenza fondamentale – acqua! Io sono te e tu sei me. Noi siamo parte di qualcosa di più grande.”

La maggior parte delle persone, perse nell’illusione del mondo materiale, pensano erroneamente di appartenere solo a se stessi. Perciò si paragonano alle altre persone. Quanto ravvisano un qualche tipo di mancanza o ingiustizia, diventano totalmente infelici. Si sentirebbero in modo molto diverso se vedessero chiaramente che siamo tutti parte della Natura. Ognuno di noi è legato agli altri ad un livello fondamentale che va oltre le spiegazioni scientifiche. Noi siamo parte di una grande unità – il Grande Spirito, la Coscienza Universale, Dio…