Vivere il Tao

Introduzione

di Derek Lin
tradotto da Alessandro Zampagna

Ho cominciato a scrivere gli articoli di “Vivere il Tao” nel 1999, senza una chiara idea di quello che sarebbero potuti diventare. Guardando i primi articoli, mi rendo conto di quanto ho faticato prima di trovare la giusta impostazione.

Sono stato tentato di eliminare questi primi sforzi, in modo da apparire al meglio, ma ho deciso di tenerli per amore di onestà. “Vivere il Tao” è un diario del mio viaggio spirituale, in cui faccio continuamente nuove scoperte. Tutti gli articoli sono registrazioni accurate – quantunque a volte imbarazzanti – di dove sono stato.

Senza dubbio tra qualche anno guarderò indietro ai miei pensieri di oggi e ne sarò imbarazzato, nello stesso modo in cui lo sono oggi quando guardo al passato. Mi rendo conto, più che mai, che il Tao è veramente un processo senza fine. E’ un cammino divino che va da noi verso l’infinito.

Pertanto, per favore, siate comprensivi nel giudicare i pensieri che offro e leggete tutto quello che scrivo cum grano salis, con un po’ di buon senso. Ricordatevi che potrei essere in errore come lo sono stato nel passato. Non ho nessuna particolare abilità o esperienza che potrebbe rendere le mie opinioni esenti da errori.

Il mio messaggio più importante per voi è lo stesso che offro a tutti di persona: “Ascoltate la vostra voce interiore per decidere da soli se qualcosa funziona o è ragionevole per voi. La vostra intuizione sacra vi guiderà sempre nella giusta direzione.”

Ciò che noi seguiamo è il Tao, non una particolare persona. Tutti gli uomini sono fallibili, non importa chi essi siano. Perciò, se la vostra voce interiore contrasta quello che espongo, dovete avere fiducia in lei e non in me.

Detto questo, benvenuti in “Vivere il Tao” e grazie per il tempo prezioso che dedicherete alla lettura!